A cosa serve il Notaio?

La figura del notaio, così come il suo lavoro, sono spesso circondati dal mistero agli occhi dell’utente: le persone sanno che il lavoro del notaio è utile per qualsiasi procedura burocratica ufficiale, ma spesso non sanno quale sia lo specifico ruolo del notaio all’intero, ad esempio, della stipula di un contratto. Nella guida di oggi vedremo insieme che cosa fa il notaio e, più nel dettaglio, che cos’è l’atto notarile. Se avete intenzione di stipulare un contratto e non sapete che cosa sia “l’atto notarile” richiesto per provarne la veridicità, vi consigliamo di leggere questa guida fino alla fine. Buona lettura!

Chi è il notaio

Il notaio è il funzionario al quale è affidata la funzione di garante della validità dei contratti. Il suo lavoro consiste nell’attribuire pubblica fede agli atti e alle sottoscrizioni apposte in sua presenza. Il ruolo del notaio ha radici molto antiche, abbiamo addirittura testimonianze pittoriche risalenti al sedicesimo secolo.

In Italia il notaio è un libero professionista che svolge una funzione pubblica. In poche parole, è la presenza stessa di un notaio nel momento della firma di un contratto a dargli validità giuridica. Il notaio, inoltre, è tenuto a redarre l’atto notarile che testimonia la sua presenza al momento della stesura del contratto e, ovviamente, garantisce il rispetto delle norme vigenti.

Il notaio è chiamato a prendere parte alle firme di contratti per la compravendita di immobili, per l’apertura di società e così via. Nelle prossime sezioni della guida vedremo che cos’è un atto notarile, a che cosa serve, che cosa contiene e come viene utilizzato nell’ambito dei mutui e prestiti.

Che cos’è l’atto notarile

L’atto notarile è un documento redatto dal notaio durante l’avvenimento di un atto o un fatto giuridico. Il documento protagonista della nostra guida di oggi funge da prova legale dell’atto o fatto giuridico.

L’atto notarile attesta che i fatti o gli atti giuridici siano avvenuti in presenza del notaio. La presenza della figura del notaio al momento della firma di un contratto è, quindi, fondamentale.

Il documento protagonista della nostra guida di oggi deve essere redatto dal notaio o da una persona delegata di sua fiducia, così come previsto dalla legge notarile del 16 febbraio 1913. Nel 2005 la legge notarile è stata modificata, rimuovendo l’obbligo di presenza di due testimoni e mantenendo tale obbligo soltanto per alcuni eventi specifici.

Ovviamente nei vari paesi del mondo l’ordinamento notarile e il modo in cui l’atto notarile viene redatto cambia drasticamente, principalmente gli ordinamenti vengono divisi in civil Law e common law. I paesi nordeuropei sono un’eccezione perché pur appartenendo all’ordinamento della civil law seguono una legislazione simile alla common law.

Che cosa contiene l’atto notarile

L’atto notarile non è semplicemente un foglio bianco con la firma del notaio: è un documento che va redatto e compilato in maniera precisa, seguendo una serie di regole e formalità. In questa sezione della guida vedremo tutti i contenuti dell’atto notarile.

L’intestazione deve contenere “REPUBBLICA ITALIANA” e il documento deve avere al suo interno:

  • Indicazione in lettere per esteso dell’anno, mese, giorno, comune e luogo in cui viene redatto;
  • Nome, cognome, residenza e distretto notarile del notaio;
  • Nome, cognome, luogo di nascita, domicilio, residenza delle parti coinvolte e degli eventuali rappresentanti;
  • Dichiarazione della certezza dell’identità delle parti;
  • L’indicazione in lettere per esteso delle date, somme e delle quantità che formano l’oggetto dell’atto o fatto;
  • Definizione precisa delle cose che compongono l’oggetto dell’atto;
  • Indicazione dei titoli e delle scritture inseriti nell’atto;
  • Dichiarazione che l’atto, in tutte le sue parti, sia stato letto dal notaio in presenza dei testimoni e delle parti;
  • Indicazione che l’atto sia stato scritto dal notaio o da una persona di fiducia;
  • Sottoscrizione da parte di tutti gli attori che hanno preso parte all’atto;
  • L’ora in cui viene firmato l’atto;
  • Per gli atti con più fogli, la sottoscrizione anche in breve da parte di entrambe le parti alla fine di ogni foglio.

In realtà all’utente non interessa sapere di preciso che cosa ci sia nell’atto notarile, anche perché la redazione corretta è responsabilità del notaio e non delle parti che richiedono i servizi del notaio.

Mutui e atti notarili

Gli atti notarili sono spesso parte della procedura di stipula di un mutuo. Nel particolare caso che coinvolge l’argomento principe del nostro blog, infatti, il notaio viene richiesto nel momento della stipula del contratto, prende parte alla sottoscrizione del documento e produce un atto notarile che attesta la validità giuridica del documento firmato dalla banca e dall’utente.

E’ importante sottolineare che in alcuni casi il notaio è un costo sostenuto dalla banca, mentre raramente è a carico dell’utente. Solitamente il notaio viene fatto pagare all’utente soltanto se la presenza del professionista è dovuta ad una conseguenza diretta di errori, richieste o preferenze dell’utente.

Nel caso della stipula del contratto di un mutuo, il notaio funge da sicurezza aggiuntiva sia per l’utente che per la banca. L’utente si assicura che il contratto che sta sottoscrivendo non possa essere modificato o usato contro di lui (salvo clausole contenute nel contratto stesso) e la banca si assicura che gli obblighi dell’utente contenuti nel contratto abbiano valore giuridico. Insomma, la banca può prendere azioni contro l’utente nel caso di mancati pagamenti e insolvenze varie, mentre l’utente si tutela a sua volta.

La presenza di un notaio non è sempre richiesta quando si stipula un mutuo, ad esempio nel caso della stipula online il notaio non può essere presente fisicamente, dato che il contratto viene sottoscritto telematicamente. Tuttavia la banca ha altri modi per tutelarsi e dare validità giuridica al documento.

Con questo ultimo paragrafo possiamo ritenere conclusa la nostra guida con tutto quello che occorre sapere sul notaio sull’atto notarile. Vi ringraziamo per l’attenzione e il tempo che ci avete dedicato. Nel caso in cui siate interessati a scoprire una miniera di informazioni utili sul mondo dei mutui, delle banche e delle procedure richieste per stipulare i mutui, vi consigliamo di sfogliare le pagine del nostro blog: siamo sicuri che troverete moltissime informazioni utili.

Leggi Anche

mutuo 100 per cento seconda casa, come ottenerlo - Mutuomatto

Mutuo seconda casa 100%

In un nostro recente articolo abbiamo avuto il piacere di spiegarvi che cos’è il mutuo al cento per cento, abbiamo spiegato come funziona, come lo

Leggi Tutto »