Affitto o Mutuo, cosa conviene?

Cambiare casa è sempre un passo importante: sia che lo si faccia come coppia dopo anni di convivenza in un altro luogo, sia che si vada a vivere da soli per la prima volta. Spesso le persone si trovano a dover scegliere tra l’acquisto di un’abitazione o la stesura di un contratto di affitto. Questa scelta risulta essere sempre molto complicata per molti motivi: nella guida di oggi vi elencheremo pro e contro di entrambe le scelte per aiutarvi a capire quale possa fare al caso vostro. Buona lettura!

Affitto Casa : pro e contro

Iniziamo a tuffarci nella nostra guida di oggi parlando dell’affitto: la soluzione più popolare tra i giovani e tra coloro che, per la prima volta, vanno a vivere da soli.

L’affitto rappresenta una “piccola” spesa suddivisa nel tempo che permette all’utente di abitare in una casa che non gli appartiene. Spesso vengono affittati appartamenti e piccole abitazioni, adatte ai single e alle giovani coppie.

Quando parliamo di spesa “piccola” ci riferiamo ad affitti che possono variare dall’ordine delle centinaia di euro fino a quello delle migliaia. La spesa è piccola se è posta in relazione all’acquisto della medesima abitazione.

Come molti di voi già ben sapranno, l’affitto può variare in base alla zona in cui ci si stabilisce e alle dimensioni dell’abitazione che si “prende in prestito”. Un’abitazione in centro a Milano, ad esempio, potrebbe costare di più di un’abitazione più piccola nella periferia.

Per ottenere un contratto di affitto, ovviamente, occorre dimostrare di poter pagare la cifra richiesta dal proprietario e, quindi, occorre presentare delle garanzie. Spesso la garanzia di un affitto consiste in una busta paga e in un contratto lavorativo a tempo determinato che includa la possibilità di rinnovo. Gli affitti, anche se richiedono delle garanzie, tendono ad essere concessi più facilmente rispetto ai mutui o ai contratti di acquisto delle abitazioni, prevedono anche meno passaggi burocratici.

Un utente che affitta una casa, tuttavia, non ha pieno possesso del luogo in cui vive. Questo vuol dire che il padrone di casa può, e sicuramente lo farà, imporre dei limiti sulle modifiche all’arredamento, alla struttura della casa, agli infissi e così via. In poche parole: se volete fare delle modifiche all’interno di un’abitazione in affitto, dovrete passare per il vostro padrone e richiedere un permesso formale.

Un altro aspetto poco conveniente del contratto di affitto è sicuramente il costo nel tempo: dato che l’affitto si paga mensilmente, l’utente che abita per molti anni in affitto si renderà sicuramente conto che, nel tempo, ha speso di più per l’affitto che per l’acquisto di una casa di simili dimensioni.

Inutile dire che le spese per bollette e per il mantenimento dell’abitazione, nella grande maggioranza dei casi, ricadono sull’utente. Importante anche notare che alcuni padroni di casa offrono servizi di pulizia degli ambienti e altre utili soluzioni insieme all’abitazione in affitto.

Ricapitolando: il contratto di affitto è una soluzione semplice, rapida da mettere in campo e che richiede garanzie minori rispetto all’acquisto di una casa. Si tratta della soluzione ideale per tutti coloro che cercano una soluzione temporanea con costi iniziali relativamente bassi e facili da gestire.

Mutuo casa: pro e contro

Passiamo ora alla seconda soluzione che stiamo analizzando nella nostra guida di oggi: quella dell’acquisto di un’abitazione.


Per essere del tutto precisi, molti degli appunti che abbiamo fatto riguardo all’affitto nelle sezioni precedenti, valgono anche per l’acquisto di un’abitazione: il prezzo varia in base a dimensioni e posizione, occorre presentare delle garanzie e tutti i costi di rinnovo, manutenzione e tasse ricadono sull’utente. Ciò non di meno ci sono moltissime importanti differenze tra un contratto di acquisto e un contratto di affitto.

Per prima cosa il contratto di acquisto rappresenta una spesa molto importante, quasi impossibile da sostenere in un’unica volta per la maggior parte degli utenti. Questo significa che sarà quasi obbligatorio ricorrere ad un mutuo.

Il mutuo è un contratto tramite il quale la banca ci presta del denaro, che utilizziamo per pagare la casa. Il denaro va restituito a rate e vengono applicati dei tassi di interesse che possono maturare nel tempo. Un utente poco avvezzo a questi ambienti potrebbe, a questo punto, pensare quale sia la convenienza di un mutuo rispetto ad un affitto: dobbiamo comunque pagare tutti i mesi e nel caso del mutuo abbiamo anche degli interessi. La risposta a questo quesito è molto semplice: la grande differenza tra le due soluzioni è la proprietà dell’immobile che chiameremo casa.

Quando si acquista una casa, infatti, non si hanno più tutti i limiti imposti dal contratto di affitto: è possibile modificare l’arredamento, la struttura, l’esterno e l’interno della casa come meglio si preferisce per renderla adatta ai propri scopi.

Affitto o Mutuo, cosa fare?

Mettendo insieme quanto abbiamo detto finora, possiamo trarre le nostre conclusioni riguardo le differenze tra acquisto e affitto.

L’affitto è la soluzione perfetta per tutti coloro che non vogliono impegnarsi in una spesa troppo importante, che cercano una soluzione temporanea o che, magari, sono in trasferta per motivi lavorativi. Un contratto di affitto si stipula rapidamente e potrebbe addirittura includere i mobili e tutto ciò che è già incluso nell’abitazione.

L’acquisto è invece la soluzione a lungo termine adatta per chi ha un lavoro stabile e vuole trovare un luogo dove vivere per molto tempo. Il mutuo è un contratto con tempi di ammortamento veramente molto lunghi, che possono durare decine di anni. Capiamo quindi che acquistare una casa è una soluzione definitiva.

Ovviamente la scelta finale spetta a voi: cercate di scegliere tenendo in considerazione i vostri piani a lungo e breve termine, oltre che le vostre esigenze.

Con questo ultimo paragrafo andiamo a concludere la nostra guida con tutto quello che c’è da sapere sulla scelta tra affitto e acquisto della prima casa. Come sempre, vi invitiamo a decidere tenendo sempre a mente le vostre necessità, prestando anche attenzione alle differenze tra i contratti, indipendentemente dal tipo che scegliete. Vi ricordiamo, nel caso in cui vogliate raccogliere maggiori informazioni, che il nostro blog è interamente dedicato al mondo dei mutui e della casa!

Leggi Anche

Mutuo A Tasso Misto

Nei nostri recenti post qui sul blog, abbiamo avuto modo di parlarvi delle varie tipologie di tasso che un mutuo può avere: fisso e variabile.

Leggi Tutto »